Terapia a seduta singola

Parlando della Terapia Breve abbiamo visto che spesso bastano poche sedute per risolvere un problema. Si può andare oltre: in diversi casi anche un solo incontro può essere risolutivo. La terapia a seduta singola non è un approccio strutturato rigido, ma si basa su un atteggiamento mentale di fiducia nella possibilità di un cambiamento in tempi brevi. La Terapia a seduta singola ( da qui in poi TSS) permette, in generale, di trarre il massimo da ogni singola (e spesso unica) seduta.

Per questa ragione può essere utilizzata da terapeuti di formazione diversa.

Le origini della terapia a seduta singola (TSS) risalgono agli anni 80. Moshe Talmon,  Michael Hoyt  e Robert Rosenbaum condussero in California uno studio su 100.000 pazienti ambulatoriali  da cui risultò che la durata più frequente delle psicoterapie era di una seduta: circa il 50% si concludevano con un solo incontro, indipendentemente dall'orientamento del terapeuta. In uno studio successivo che coinvolse 200 persone viste una sola volta da tre terapeuti di orientamento diverso,  contattate in seguito da un ricercatore esterno, il 78% dichiarò che quell'unico incontro era stato molto utile. Studi successivi confermarono che una sola seduta è spesso sufficiente per risolvere il problema o spingere il paziente a superarlo.

I vantaggi per i pazienti sono notevoli: il cliente risolve il problema in tempi brevi, gli effetti    durano (come dimostrano controlli anche a distanza di anni), i costi si riducono di gran lunga.
Una seduta di psicoterapia difficilmente costa meno di 50 euro. Una terapia  che dura, mettiamo, venti sedute ha un costo complessivo di 1000 euro. Se una TSS costa il doppio di una seduta normale il costo sarà comunque molto più basso: da 100 a 200 euro.                                                                                                                                                                  

I presupposti di una TSS si basano sulla convinzione del terapeuta che il cambiamento può avvenire anche in una sola seduta, che il cliente ha le risorse per cambiare, che i grandi problemi non richiedono necessariamente tempi lunghi.                                            Gli aspetti fondamentali della TSS sono:

la definizione di un obiettivo preciso

la creazione di una buona alleanza terapeutica

l'individuazione e l'utilizzazione delle risorse del paziente

l'esperienza concreta che conta più dell'insight 

la porta aperta (se vuole e quando vuole, il paziente può tornare)